Banner - Effetti collaterali

Ti presento questo minerale di origine vulcanica, letteralmente “Pietra che bolle”, la sua più grande caratteristica è quella di depurare e detossificare l’organismo da metalli pesanti, agenti chimici e nocivi.

Per chi si sta chiedendo se la Zeolite ha effetti collaterali abbiamo scritto questo articolo per fare chiarezza!

La Zeolite ha effetti collaterali?

La Zeolite è un minerale miracoloso, offre tanti benefici al nostro organismo che raramente può portare a degli effetti collaterali. Premettiamo che alcuni effetti descritti sugli effetti collaterali della Zeolite non sono recuperati da dati ufficiali o certificazioni scientifiche. Talvolta, però, facendo ricerche online si trovano i seguenti effetti: è possibile la comparsa (soprattutto i primi giorni di assunzione) di nausea e mal di testa, comunque non preoccuparti, sono sintomi che testimoniano la disintossicazione in atto!

Si riscontra in alcuni casi anche la comparsa di stitichezza in quanto la zeolite potrebbe rendere le feci più dure, se questo si può definire effetto collaterale. Questo minerale non interferisce con i farmaci anzi spesso si presta come alleato alle tradizionali cure mediche.

Benefici

La Zeolite basic detox di Quantum è doppiamente attivata questo porta a diversi benefici:

  • Assorbe tossine, metalli pesanti e pesticidi: questo minerale, grazie alla struttura porosa, assorbe i cationi e molecole, tra cui appunto tossine e metalli pesanti.
  • Agisce sull’ansia e la depressione: questo minerale lavora positivamente sull’ansia e la depressione nei casi in cui queste siano provocate dalla presenza nel corpo di troppi metalli pesanti, pesticidi o tossine.
  • Antiossidante: come una spugna, il minerale assorbe in maniera puramente meccanica i metalli pesanti, le tossine, l’ammonio e altre sostanze tossiche prima ancora che queste arrechino danno alle cellule del corpo. L’aggressività degli ossidanti viene così soffocata sul nascere permettendo alla Zeolite di essere un forte antiossidante.
  • Aumenta la resistenza fisica: assumere zeolite consente di diminuire il senso di stanchezza, ridurre l’acido lattico, favorire la concentrazione e aumentare la resistenza dell’organismo allo stress fisico. Per questo si tratta di un integratore molto amato dagli sportivi e consigliato anche a studenti che devono affrontare esami.
  • Non viene metabolizzata dal corpo: importante sottolineare che la zeolite clinoptilolite è la più compatibile all’uomo, non solo non è tossica ma non viene neanche assorbita dall’intestino e dunque l’organismo la espelle insieme a tutto ciò che è stata in grado di catturare grazie alle reazioni chimiche che produce.
  • Sostiene le cure antitumorali: la zeolite è utile in concomitanza delle più note cure per il trattamento del cancro (chemioterapia e radioterapia). Questo minerale è in grado di potenziarne l’attività, d’indebolire le cellule tumorali e di espellere e bloccare le proteine che sono in grado di riprodurre le cellule tumorali.
  • Aiuta il sistema immunitario: grazie al suo lavoro depurativo e alle sostanze in essa contenute, la zeolite è un rimedio naturale immunostimolante.
  • Rilascia sali minerali nell’organismo: la zeolite non viene assorbita dal corpo ma in cambio dei metalli pesanti, tossine e pesticidi che cattura è in grado di rilasciare sostanze utili all’organismo tra cui diversi sali minerali, principalmente Calcio e Magnesio.
Pietra-della-vita-copertina

La Pietra della Vita!

La Pietra della Vita! Tutti i benefici sopracitati sono estratti da certificazioni e studi di dottori e scienziati. Tra questi ti consigliamo il libro in italiano “La pietra della vita” che racconta dalla A alla Z tutte le proprietà della Zeolite. Questo libro è stato scritto in base a tutti gli studi della dott.ssa Ilse Triebnig, massima esperta di questo miracoloso minerale.

Acquista ora

Depurati con Zeolite Basic Detox!

Zeolite Basic Detox

55,00€


Dispositivo medico a base di PMA-Zeolite® doppiamente attivata, indicato per favorire la riduzione dei disturbi dovuti all’alterata integrità dell’epitelio intestinale  legando Ammonio e metalli pesanti (Piombio, Cadmio, Arsenico, Cromo, Nichel, Mercurio) nel tratto gastrointestinale.

Scopri di più