Banner - Dieta Alcalina 2

Se stai leggendo questo articolo vuol dire che ti stai chiedendo come alcalinizzare il corpo. Entriamo nel merito del discorso qui sotto.

Probabilmente avrete già sentito parlare della dieta alcalinizzante ovvero quel particolare regime alimentare che consiglia di utilizzare soprattutto cibi che favoriscono una de-acidificazione dell’organismo.

Per capire meglio di cosa si tratta, però, è necessario fare un passo indietro e dare una definizione di pH.

L’IMPORTANZA DEL PH

Il pH altro non è che l’unità di misura con la quale si determina se un liquido organico è acido o basico ovvero se, in base a una scala che va da 0 a 14, ha un valore inferiore a 7 (acido), superiore (alcalino) o pari (neutro). Quando c’è acidità significa che vi è un’eccessiva presenza di ioni idrogeni all’interno del corpo e questo a lungo andare porta alla comparsa di diversi disturbi.

Un accumulo di acidi nell’organismo può essere dovuto non solo a una alimentazione sbagliata ma anche a farmaci, stress, fumo, alcool, disidratazione o a una vita troppo sedentaria.

COME CALCOLARE IL GRADO DI ACIDOSI

Calcolare il proprio grado di acidosi è abbastanza semplice. Basta procurarsi in farmacia delle cartine tornasole e misurare il pH dell’urina per alcuni giorni. Per fare una media più attendibile, in realtà, l’ideale sarebbe misurare per qualche giorno il pH di tutte le urine della giornata.

Per semplificare la misurazione consigliamo di misurare il pH dell’urina per 3 volte al giorno, per alcuni giorni, così da farne una media.

Una volta valutato il grado di acidosi è possibile alcalinizzare il corpo attraverso l’alimentazione supportata da una giusta integrazione.

COME ALCALINIZZARE IL CORPO ATTRAVERSO LA DIETA

Una dieta alcalinizzante adeguata prevede circa l’80% di cibi alcalinizzanti e  il 20% di cibi acidificanti. 

Sono particolarmente acidificanti i cereali raffinati che vanno  sostituiti con cereali “integri” (da bandire le farine raffinate e i prodotti ottenuti dalla miscelazione della crusca con le farine raffinate), le proteine animali, gli zuccheri, l’alcool, il caffè, alcuni tipi di te, i cibi precotti, gli alimenti ad alto contenuto di fitofarmaci e additivi chimici.

Sono alimenti alcalinizzanti per il corpo umano tutti i vegetali, le patate (soprattutto la buccia), la frutta, la frutta essiccata, le mandorle e gli anacardi, il bicarbonato di sodio, il sale marino. 

Particolarmente alcalinizzanti per l’organismo sono i seguenti alimenti: prugne, cavolo broccolo, alga spirulina, agrumi, cachi, cocomero, cannella, melassa, salsa di soia, castagne, pepe, peperoni, cavolo rapa, cavolo verde, aglio, asparago, prezzemolo, indivia, rucola, zenzero, broccoli, melassa, melone, mora, mango.

COME ALCALINIZZARE IL CORPO: ALIMENTAZIONE ADATTA 

Una giusta alimentazione alcalina è supportata da cibi ricchi di vitamine e minerali nello specifico l’integratore Alcalinizzante Quantum aiuta a completare il tuo regime alimentare con Zinco e Vitamina D3.

ZINCO

Lo Zinco è indispensabile all’organismo umano in quanto è un elemento alcalinizzante che costituisce al normale metabolismo acido-basico, inoltre è costitutivo di oltre duecento enzimi e di molte altre proteine. Si accumula prevalentemente all’interno delle cellule di muscoli, ossa, pelle, fegato e capelli, ma è presente anche nei tessuti cerebrali, nel plasma e nei globuli bianchi.

È essenziale per il funzionamento di enzimi che regolano la respirazione cellulare, di enzimi preposti alla digestione e al metabolismo, compresa l’anidride carbonica, necessaria per la respirazione dei tessuti, di quelli che svolgono azione antiossidante.

VITAMINA D3

La Vitamina D3 promuove l’assorbimento di calcio e di fosforo nell’intestino e il riassorbimento di calcio a livello renale. È particolarmente importante per le ossa: favorisce la mineralizzazione, la crescita e il rafforzamento delle ossa. Inoltre regola la crescita e lo sviluppo dei cheratinociti, un tipo di cellule della pelle, e degli osteoclasti, un tipo di cellule delle ossa.

È dimostrato che una carenza di vitamina D è collegata anche a una maggiore incidenza di attacchi cardiaci, ipertensione arteriosa, ictus, diabete, sclerosi multipla, malattie autoimmuni, depressione stagionale e altri disturbi mentali, morbo di Alzheimer, osteoporosi, dolori cronici muscolari e articolari, influenza e raffreddori, asma, stanchezza cronica.

La Vitamina D accelera la guarigione dei tessuti, inoltre avendo un effetto antiproliferativo riduce il rischio di degenerazione neoplastica, regola l’apoptosi e la differenziazione cellulare.

Alcalinizza il tuo corpo ora con questo magnifico prodotto!

Alcalinizzante Quantum

30,00€ – 35,00€


Integratore con Magnesio, Zinco e Vitamina D. Lo Zinco contribuisce al normale metabolismo acido-basico. Aiuta a ristabilire l’equilibrio del pH nell’organismo. Disponibile in capsule o in polvere.
Formato in polvere da 350g
Formato in capsule 120cps da 850mg

Scopri di più